Ammontare complessivo dei premi

Nel corso del 2016 la Società ha ricevuto dalla Provincia la conferma che il proprio sistema di retribuzione variabile non rientra nelle limitazioni di cui alla Deliberazione n. 1873 di data 2 novembre 2016 in quanto non è considerato analogo al Foreg provinciale.
La società, nell'ambito dei contratti collettivi aziendali o di secondo livello non ha riconosciuto al proprio personale, diverso da quello con qualifica di Dirigente e Quadro, retribuzioni incentivanti analoghe al Foreg della Provincia, secondo le modalità previste dai punti 3, 4, 5, e 7 del paragrafo A2 della Parte II dell'allegato alla deliberazione 2288/2014; al personale è stata riconosciuta l'erogazione del Premio di risultato variabile, conformemente a quanto previsto in un accordo aziendale pari a € 1,50 lordi/giorno lavorato, tenuto conto delle penalità applicabili e in continuità con gli anni precedenti.
 
La Società, nell'ambito dei contratti collettivi aziendali o di secondo livello, non ha riconosciuto al personale con la qualifica di quadro, retribuzioni incentivanti quali premio di risultato, MBO, produttività ecc. nel limite di quanto previsto dai punti 6 e 7 del paragrafo A2 della Parte II dell'allegato alla deliberazione 2288/2014: a detto personale è stato riconosciuto il Premio di risultato variabile di cui al capoverso che precede, che risulta ampiamente inferiore ai valori della delibera 2288/2014.
La Società non ha corrisposto compensi incentivanti, comunque denominati, non previsti dalla contrattazione collettiva.